Loading...

Sito Archeologico di Augusta Bagiennorum

Bene Vagienna, storia millenaria che riaffiora e stupisce.

 

Bene. Un punto fermo. Un qualcosa di positivo da cui partire e intraprendere un viaggio all’epoca in cui i Roma Augustea conquistava le terre del Piemonte popolata dai Liguri. Qui abitavano i Bagienni (o Vagienni) e i romani ne fecero una colonia chiamandola Augusta Bagiennorum (o Vagiennorum), proprio mentre poco distante nascevano Pollentia (Pollenzo) e Alba Pompeia (Alba). Augusta Bagiennorum divenne ben presto un centro di importanza strategica per il controllo dei transiti tra la Pianura Padana, le valli degli affluenti del Po, i valichi Alpini e il mare. Nel Medioevo vide l’avvicendarsi di diversi feudatari, dal Vescovo di Asti ai potenti Costa di Chieri, per giungere poi sotto i Savoia e seguire le sorti del Regno d’Italia.

Indirizzo
Frazione Roncaglia - Bene Vagienna
Contatti
info@archea.info
+39 380 6907716 (Archea)
+39 0172 654152 (Comune)

Assandria e Vacchetta: gli archeologi che portarono alla luce Augusta Bagiennorum.

Come due Indiana Jones, Giuseppe Assandria e Giovanni Vacchetta partirono dalle carte e dalle mappe. Un appunto su carteggi del ‘600, redatto dal saluzzese Monsignor Agostino della Chiesa, parlava di certe colonne affiorate nella piana di Roncaglia. Bastò questo per illuminare il loro percorso e iniziarono gli scavi proprio lì dove suggerito dai documenti, in quella vasta pianura. La campagna di scavo non fu facile, ma i due archeologi e studiosi tra il 1892 e il 1909 riuscirono un po’ alla volta a riportare a galla la colonia romana del I secolo a.c.: ecco delinearsi il decumano, ecco una casa e poi tanti cocci, anfore e suppellettili.

Armi, anfore, epigrafi, statuette e laterizi ritrovati durante gli scavi, riempiono oggi le sale del settecentesco Palazzo Lucerna di Rorà, trasformato in Museo Civico Archeologico.

 

sito archeologico bene vagienna

Un percorso per non dimenticare.

Grazie agli scavi Augusta Bagiennorum ritrovò a poco a poco le sue strade e le sue forme, rivelando una città dalla superficie di circa 21 ettari, delimitata da fossato e porte monumentali ai due accessi.  All’interno dell’attuale Sito Archeologico il percorso di visita (completo di pannelli esplicativi che propongono una ricostruzione degli ambienti originali) segue la strada campestre che parte dalla chiesetta di San Pietro e comprende i resti del teatro e dell’anfiteatro. Nella corte interna della Cascina Ellena è stato invece ricostruito un vero e proprio Orto Romano, ispirato alla tradizione romana dei giardini domestici del I-II secolo a.C. in cui venivano coltivati, ortaggi, frutta, erbe aromatiche utili alla vita quotidiana.

Lunedì: 0:00-24:00
Martedì: 0:00-24:00
Mercoledì: 0:00-24:00
Giovedì: 0:00-24:00
Venerdì: 0:00-24:00
Sabato: 0:00-24:00
Domenica: 0:00-24:00
1 Gennaio
0000
2400
6 Gennaio
0000
2400
Pasqua
0000
2400
Pasquetta
0000
2400
25 Aprile
0000
2400
1 Maggio
0000
2400
2 Giugno
0000
2400
15 Agosto
0000
2400
1 Novembre
0000
2400
8 Dicembre
0000
2400
24 Dicembre
0000
2400
25 Dicembre
0000
2400
26 Dicembre
0000
2400
31 Dicembre
0000
2400
Visitabile
SI
Visita individuale libera
SI
Visita individuale guidata
SI
Visite su prenotazione
SI
gratuito
intero
Accesso disabili
SI

Ascolta il Podcast:

 

 

Le informazioni contenute nella pagina potrebbero subire variazioni. Ti consigliamo di verificare ulteriormente i dati contattando direttamente il bene o servizio di tuo interesse per vivere appieno il tuo soggiorno in Langhe Monferrato Roero.

44.5548495, 7.8462231

Ente Turismo Langhe Monferrato Roero
Piazza Risorgimento, 2 - 12051 ALBA (CN)
Tel.+39.0173.35833 - Fax +39.0173.363878
info@visitlmr.it